Privacy Policy Tre libri da non perdere nel 2020, alcune riflessioni sulla lettura nell'ultimo anno | Andrea Ciufo

Tre libri da non perdere nel 2020, alcune riflessioni sulla lettura nell’ultimo anno

Il tempo scorre e non ti avverte, così ho iniziato a seguirlo per vedere dove mi volesse portare e decidere insieme.    

Verso dicembre del 2018 mi ero detto che avrei letto 12 libri, circa uno al mese.

Avrei voluto dare più spazio nella mia vita ai libri rispetto al 2018, banalmente mi sarebbe piaciuto raddoppiare il tempo passato a leggere.

Qualcuno mi aveva già avvertito che se avessi condiviso i miei buoni propositi con gli altri non sarei riuscito a raggiungerli, qualcun’altro che 12 libri erano troppi e che un “piano-libri” non avrebbe funzionato.

Effettivamente non sono riuscito a leggere tutti i 12 libri che mi ero programmato, perché ad Agosto ho acquistato un libro molto affascinante che chiamerei “sulla filosofia del fare ristorazione” e così ne ho letti 12, ma solo 11 erano stati programmati.
L’ultimo libro della lista è stato “Cecità” di Jose Saramago e mi ha fatto compagnia nei primi giorni di Gennaio.

Tutti i titoli dell’anno sono stati interessanti

Tutti i titoli dell’anno sono stati interessanti e nessuno si è dimostrato banale o noioso (forse sincronicità di Jung è stato quello che mi è piaciuto di meno). Ovviamente non c’è un solo libro che non abbia sottolineato o fatto qualche piega strategica, nonostante questo non sono riuscito a prendere appunti tranne qualche eccezione, un problema soprattutto per chi non ha una buona memoria come me.  

La cosa che mi sorprende ogni volta è che nei primi 20 anni della mia vita non sono stato un avido lettore se escludiamo il Signore degli Anelli ed i primi 4 volumi di Harry Potter. Oggi la lettura è un piacere di cui non riesco a fare a meno. Il piacere di emozionarsi, crescere, scoprire mondi e modi nuovi.

La fine di un buon libro è l’opportunità ed il piacere di guardare il mondo con occhi nuovi.

Questo personalmente vale sia per i romanzi che per i saggi tecnici.

Nel 2019 ho avuto anche il piacere di comprare molti più libri da Enza, la libraia sotto casa, riducendo la quota di quelli acquistati su Amazon.

Non era possibile avere subito alcuni titoli, ma il tempo di attesa anche con Enza non è mai stato superiore ai 4-5 giorni. Una tempistica di tutto rispetto considerato che ogni volta che vado per prenotare e ritirare un libro da Enza, il gelato vista mare è d’obbligo

In questo momento di riflessione voglio consigliarvi tre libri che ho letto nel 2019 ed ho trovato imperdibili, se non li avete ancora letti dovreste pensarci per il 2020:

L’anno che verrà

Quest’anno rispetto al precedente ho deciso di dare molto più spazio ai libri che mi sono stati regalati da amici e familiari. Inoltre ho cercato un equilibrio tra libri tecnici, biografie e romanzi. Tutta la lista è un po’ lunga, ma come sempre il primo obiettivo è di leggerne 12.

1) “Le armi della Persuasione” https://amzn.to/2u8B4PA consigliato dall’autore del punto 3
2) “Il Potere delle Abitudini” https://amzn.to/30x2tXr consigliato dall’autore del punto 3
3) “Office of Cards” https://amzn.to/361aG7x qui trovate il podcast dell’autore Office Of Cards
4) “L’Arte della Mindfulness” https://amzn.to/2R0hNsH
5) “Alibaba” https://amzn.to/38kGk1v
6) “Sergio Marchionne “ https://amzn.to/2Rvs66W
7) “Condivide Et Impera” https://amzn.to/2uYLMZv
8) “Overcrowded” https://amzn.to/2TyJNW8
9) “Sapiens” https://amzn.to/2Rklnww
10) “La Solitudine del Manager” https://amzn.to/374rVGs
11) “Anna” https://amzn.to/3ame93N
12) “This Is Service Design Thinking” https://amzn.to/35ZGVUv

Leggere 12 libri, non è un’impresa impossibile, bastano due ore a settimana ed il gioco è fatto. Così è stato per il 2019 dove ho avuto anche l’occasione di rileggere degli appunti presi nel 2018. Di seguito trovate la distribuzione delle ore durante l’anno e tutti i libri che ho letto e riletto, ci sono alcuni typo, ma rende l’idea.

Ovviamente capisco che questo mio metodo di tracciare il tempo risulti per alcuni ansiogeno ed arido, ma attualmente non conosco metodi migliori per trovare un equilibrio tra tutte le cose che mi piace fare.
Per due libri sono riuscito anche a trascrivere delle note(ma solo di uno ne valeva veramente la pena) e questo spiega perchè hanno richiesto più tempo degli altri. Vendere Tutto, la biografia di Jeff Bezos l’ho letto quest’estate e mi sono scordato di segnarlo correttamente per questo risulta che sia volato in poche ore.

Grazie per aver letto l’articolo, se lo hai trovato utile condividilo su Twitter e Linkedin.

Le occasioni nascono dalle piccole cose e grazie ad un un like puoi fare tantissimo. 
Se c’è qualche errore o miglioramento scrivimi pure.

Un abbraccione

Andrea

Lascia un commento