ATRAL Disservizio

Vi riporto il pensiero di un mio caro amico di architettura, perchè è importante raccontare questo evento. Io mi ritengo un “Paladino” dei mezzi pubblici, ma purtroppo devo ammettere l’ignoranza di queste persone nei confronti di chi vuole dare una svolta verde alla società. Fa parte di quei problemi legati alla burocratizzazione di una organizzazione(succede essenzialmente nel servizio pubblico) dove l’obiettivo è il becero rispetto delle regole anche se queste sono obsolete o dannose per la comunità stessa.

“Ho una bici piegovole, acquistata appositamente per la comodità di chiuderla e caricarla sui mezzi pubblici quando necessario, dato che faccio frequente uso di essi, studiando a Roma.

Questo pomeriggio dovevo recarmi alla stazione FS per prendere il treno delle 17.28 diretto appunto nella capitale. Mentre ero intento a piegare la mia bici davanti le porte dell’autobus, vengo interrotto dall’autista che mi vieta di caricare la bici (piegata) sul mezzo. Io spiego che è fatta apposta per questo motivo, che a Roma la carico senza problemi su autobus e metropolitana. Lui chiede conferma ad altri autisti in “pausa sigaretta”. Uno di questi asseconda il collega con un gesto della mano e sono costretto quindi a riaprire la bici per tornare a casa, perdendo tra le altre cose il treno e quindi un appuntamento che avevo a Roma. Chiedo comunque spiegazioni agli autisti in pausa. Quello che ha fatto il cenno neanche mi ha guardato in faccia, uno solo mi ha più o meno degnato di risposte, alquanto ridenti, del tipo che la mia bici rientrava nella categoria “oggetti contundenti”. E allora chi carica passeggini? Carrozzelle per disabili? Sbigottito torno a casa, chiamo l’ufficio mobilità dove mi viene detto che dovevo pagare il doppio biglietto perchè la bici avrebbe occupato troppo spazio. Io sarei anche stato disposto (anche se in realtà nelle altre città è un servizio gratuito, ci sono molti articoli in merito sul web) dato che tanto avevo già acquistato due biglietti per l’autobus, ma il problema è che mi è stata negata la possibilità di salire. A questo punto la risposta è stata che non sapevano cosa dirmi, non si era mai verificata una cosa del genere. Certo! Questo tipo di bici è nuovo ma viene utilizzato ormai in tutta Europa! Trovo assurdo il comportamento degli autisti, che invece di interessarsi ai problemi di un cittadino che utilizza i mezzi pubblici (il loro lavoro) rispondono con menefeghismo assoluto. Il risultato? Per portare la bici a Roma sono stato costretto ad aggiungere la mia macchina a tutte le altre già parcheggiate nel saturo piazzale della stazione, occupato inoltre dall’inutilizzato parcheggio a due piani.

Latina è una città che a me piace molto, perchè è percorribile pedonalmente, si può andare in bici, c’è verde eccetera, ma nei suoi abitanti vedo una grande ignoranza che parte proprio da queste piccole cose. Purtroppo stiamo rimanendo indietro, ci stupiamo per una persona che va in bicicletta al di fuori della pista ciclabile che oramai è una pista di allenamento su via del lido. Vedo ogni giorno una nuova palazzina in costruzione, un edificio che per poco è il più alto d’Italia (diciamocelo, solo per l’antenna), tutto vuoto…cittadella giudiziaria in cantiere da anni (abbandonato), palazzo Key che è una vergogna, il palazzo sulla ss148 circondato da ponteggi per una finta ristrutturazione “elettorale” e la campagna intorno la città che oramai circonda cantieri su cantieri, ma chi occuperà tutte queste case?

La città sta diventando grande solo nelle dimensioni. Fino a quando avremo simili atteggiamenti rimarrà comunque piccola.”

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Notizie e politica, Racconti universitari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...