“Fare Rete” InnLab Style

Alla fine di questo post vi dirò un segreto, quindi se fossi in voi uno sguardo lo darei.

Sempre più spesso leggo, sento parlare riguardo all’importanza del fare rete. Sinceramente però non ho mai visto concretizzare la questione non ho mai veramente capito, forse a causa di una mia immaturità, il significato. Mi è sempre sembrato che si stesse parlando di fuffa o di qualcosa che percepivo marginalmente.

Ho dovuto ricredermi. Decisamente.

Ovviamente non poteva non essere se non grazie ad InnovAction Lab.

Come sapete Wheelab volerà sia per Dublino sia per Milano.

La Startup Initiative, che si terrà a Milano dal 16 al 20 prevedeva anche un BootCamp di due giorni(1-2 Giugno) con Bill Barmer,presidente di Maverick Angels, e Bean(dovrebbe scriversi così) di Inncube,l’incubatore di Intesa San Paolo ed una session 1:1 che ci sarà Venerdì.

Nonostante i premi, Wheelab è senza pesos, per una serie di ragioni improvvise anche io e gli hotel esclusi i giorni strettamente necessari legati agli orari, quindi 31 ed 1, “are not affordable”.

Così per organizzarmi, trovare una soluzione, ho contattato una amica di Formia ed il gruppo segreto degli alumni di InnovAction Lab

Purtroppo la mia amica non poteva altrimenti mi avrebbe ospitato volentieri e ha cercato anche di contattare amici ed altre persone(che donna fantastica).

Sul gruppo degli alumni invece è stato diverso.

Poco dopo aver comunicato la questione, parliamo di qualche ore, Davide si è proposto per ospitarmi. La prima cosa che ho pensato “se questo senza conoscermi mi ospita è sicuramente più sciroccato di me”.
Davide è stato chiaro fin dall’inizio “Andre senti io mi so trasferito da due settimane a Como, sei comunque vicino a Milano, qui c’è solo un materasso da mettere sul pavimento, quindi portati da casa lenzuola, coperte pesanti e cuscino”

L’importante è essere chiari, così ho portato tutto il necessario ed ora vi sto scrivendo dal treno che da Milano Cadorna porta a Como. Si sta benissimo, sappiatelo se siete open minded.

Così grazie a Davide il sogno di Wheelab continua a correre sulla sua strada spedito con tutte le curve e le salite che un bel percorso merita di avere.

Vi avevo promesso di svelarvi un segreto e si sa le promesse si devono mantenere, però mi raccomando non raccontatelo in giro, è come se vi stessi raccontando la formula segreta della Coca-Cola, della marmellata di fragole come la fa la zia del cugina del figlio, o la vera identità di Ciccio Paduccio.

Davide non è sciroccato, il fenomeno è ben più grande.

Ieri durante una birra ed un piatto di gnocchi gli ho chiesto:

“Davide ma come diavolo ti è saltato in mente di ospitarmi?”

“Andrea mi hanno ospitato un sacco di volte, è giunto il momento “to give back””

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Ingegneria, Racconti universitari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...